Aprile

martedì 24 aprile

per info e prenotazioni rivolgersi alla segreteria: info@amicimuseivicenza.it; 0444 322762 nel seguente orario: martedì e giovedì 9.00-12.00

VICENZA - PALLADIO MUSEUM

Visita guidata del prof. Guido Beltramini (direttore del Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio) alla mostra Tiepolo segreto.

Mostra dedicata ai sette straordinari affreschi di Giandomenico Tiepolo (1727-1804) realizzati per la dimora di Gaetano Valmarana negli anni Settanta del Settecento. Per oltre cinquant’anni sono stati conservati nelle residenze dei proprietari che coraggiosamente li salvarono dalle distruzioni belliche. Oggi vengono invece consegnati dagli eredi, Camillo e Giovanni Franco, in comodato d’uso gratuito al Palladio Museum, il quale ha deciso, per l’occasione, di dedicare loro una mostra resa possibile grazie alle competenze e alla collaborazione della Soprintendenza di Verona diretta da Fabrizio Magani, che la cura insieme al direttore del Palladio Museum, Guido Beltramini.

Maggio

sabato 12 maggio

per info e prenotazioni rivolgersi alla segreteria: info@amicimuseivicenza.it; 0444 322762 nel seguente orario: martedì e giovedì 9.00-12.00

TRIESTE - MUSEO DEL CAFFE', MUSEO ITALO SVEVO

visita guidata della prof.ssa Katia Brugnolo (Accademia Belle arti di Verona) al museo del caffè e, a seguire, visita al museo di Italo Svevo con Svevo virtual tour: percorso interattivo nel quale sarà lo stesso Svevo a prendere la parola e a raccontare i luoghi della città che per lui sono stati i più significativi: la casa natale in via dell’Acquedotto e il caffè San Marco.

sabato 19 maggio

per info e prenotazioni rivolgersi alla segreteria: info@amicimuseivicenza.it; 0444 322762 nel seguente orario: martedì e giovedì 9.00-12.00

VENEZIA - FONDAZIONE QUERINI STAMPALIA, PALAZZO DUCALE

Fondazione Querini Stampalia ore 11.00
Visita guidata del Prof. Giovanni Carlo Federico Villa (Università di Bergamo; direttore dei Musei Civici di Vicenza) alla mostra Bellini/Mantegna. Capolavori a confronto. La mostra propone un magico confronto tra due capolavori con lo stesso soggetto: la Presentazione di Gesù al tempio di Giovanni Bellini e Andrea Mantegna.
E’ un caso probabilmente irripetibile quello che consente, per la prima volta nella storia dell’arte, di ammirare queste due opere l’una a fianco all’altra.

Palazzo Ducale ore 15.30
Visita alla mostra John Ruskin. Le pietre di Venezia
Personaggio centrale nel panorama artistico internazionale del XIX secolo, scrittore, pittore e critico d’arte, Ruskin (1819-1900) ebbe un legame fortissimo con la città lagunare, alla quale dedicò la sua opera letteraria più nota, Le pietre di Venezia. Nel 1848 giunse in luna di miele a Venezia, dove abbandonò la giovane sposa a se stessa per passare le giornate a disegnare i monumenti della città. Da questo periodo molto produttivo risultò la pubblicazione di Le pietre di Venezia.

mercoledì 30 maggio

per info e prenotazioni rivolgersi alla segreteria: info@amicimuseivicenza.it; 0444 322762 nel seguente orario: martedì e giovedì 9.00-12.00

TREVISO - MUSEO DI SANTA CATERINA, MUSEO DEL BAILO

Museo di Santa Caterina
visita guidata alla mostra Rodin. Un grande scultore al tempo di Monet
La mostra di Rodin a Treviso è stata pensata da Marco Goldin, che cura l’intero progetto espositivo, come il racconto appassionante di un artista che a ragione è stato definito “l’erede diretto di Michelangelo”. Presenta molte delle opere più celebri, in formati piccoli e medi, e in certi casi anche in formati di grande dimensione, alcuni dei quali ospitati nei chiostri di Santa Caterina. Sculture che hanno segnato la storia di quest’arte nei secoli: dal Pensatore al Bacio, dalla Porta dell’Inferno ai Borghesi di Calais.

Museo del Bailo
visita al museo del Bailo e alla mostra Omaggio a Gino Rossi
Il Museo civico “Luigi Bailo”, riallestito recentemente, intitolato al fondatore e primo direttore dei Musei civici di Treviso, l’abate Luigi Bailo, è oggi dedicato alle raccolte d’arte dall’Impressionismo alle Avanguardie. Con la riapertura nel 2015, dopo i restauri che l’hanno visto coinvolto, si propone come sede della prestigiosa collezione museale permanente di arte moderna, che ha come fulcro la raccolta di opere di Arturo Martini.
Ospita temporaneamente la mostra Omaggio a Gino Rossi curata da Marco Goldin. Pittore di apertura europea, sperimentatore di soluzioni colme di poesia, fra ariosi paesaggi e sezionature di visi, Gino Rossi, veneziano di origine e di formazione, fu influenzato dal simbolismo di Gauguin. Sulle orme del pittore di Tahiti, si recò nel 1909 in Bretagna, che costituì per lui una grande scoperta. Di tutto questo risentono le sue prime opere connotate da un temperamento forte e da vibranti interpretazioni personali. Rossi diceva che “non si costruisce con il colore: si costruisce con la forma e un’arte dove il colore comanda è un’arte incompleta fin dalla base”. Si spegneva settant’anni fa, nel Manicomio di Sant’Artemio a Treviso. E Treviso, in concomitanza con la grande mostra su Auguste Rodin, gli riserva un più che doveroso omaggio.

Visualizza la programmazione degli anni passati:

2017

2016

2015

2014

2013

2012

2011

Condividi sui socialShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin